• 29/09/2016

T.A.R. del Lazio annulla il Bando CONSIP per la Vigilanza Armata

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ha recentemente pronunciato una sentenza, inerente alla vigilanza armata, sul ricorso numero di registro generale 14292 del 2015, proposto da Mondialpol Security Spa per l'annullamento del bando di gara pubblicato da CONSIP in data 15 ottobre 2015, avente ad oggetto l'affidamento dei servizi integrati di vigilanza presso i siti in uso, a qualsiasi titolo, alle pubbliche amministrazioni - ID 1628, nonché del relativo disciplinare di gara, del capitolato tecnico e di tutti gli ulteriori allegati al bando di gara, accogliendo il ricorso e, per l’effetto, annullando gli atti di disciplina della gara.

CONSIP, con bando pubblicato in data 15 ottobre 2015, ha indetto una gara d’appalto a procedura aperta, da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per l’affidamento dei servizi integrati con suddivisione dell’appalto in 13 lotti territoriali.

Il ritiro del bando per la vigilanza armata

La ricorrente – nel premettere che, in ragione dell’accorpamento di territori molto estesi ed eterogenei, i requisiti di partecipazione previsti dal bando sarebbero sproporzionati mettendo praticamente fuori gioco gli istituti di vigilanza di medie dimensioni ancora indipendenti ed autonomi, a tutto vantaggio dei grandi gruppi che possono contare su più Istituti di vigilanza muniti di licenza prefettizia e nello specificare che lo spazio di partecipazione alla gara sarebbe ulteriormente ridotto dal fatto che il disciplinare consente alle imprese di concorrere per più lotti purché si disponga di un fatturato specifico in misura almeno pari alla somma di quanto richiesto per la partecipazione ai singoli lotti – ha proposto il ricorso, adducendo quale motivo della impugnativa una Violazione dei principi di libera iniziativa economica e di concorrenza. Violazione dei principi di parità di trattamento e buon andamento dell’azione amministrativa nonché dei canoni di proporzionalità e ragionevolezza. Eccesso di potere per difetto d’istruttoria”.

Il TAR, accogliendo l’istanza della ricorrente, ha ritenuto che la scelta di CONSIP di suddividere il territorio nazionale in lotti di dimensioni tali da richiedere un fatturato specifico per la partecipazione in possesso solo degli operatori più rilevanti del mercato ha violato il fondamentale principio del favor partecipationis, un principio essenziale nelle gare pubbliche, inteso a favorire nell’interesse pubblico l’ampliamento della platea delle imprese in gara,  limitando in modo irragionevole la facoltà di presentazione individuale delle offerte e non garantendo in tal modo né l’esplicarsi di un piena apertura del mercato alla concorrenza né i risparmi di spesa potenzialmente derivanti da una più ampia gamma di offerte relative ai singoli lotti.

vigilanza armata

La compresenza della duplice esigenza volta alla tutela della concorrenza tra le imprese ed al buon uso del denaro della collettività è stata del resto chiaramente delineata dalla giurisprudenza europea la quale, nel dichiarare che uno degli obiettivi della normativa comunitaria in materia di appalti pubblici è costituito dall’apertura alla concorrenza nella misura più ampia possibile e che è nell’interesse del diritto comunitario che venga garantita la più ampia partecipazione possibile di offerenti ad una gara d’appalto, ha aggiunto che siffatta apertura alla concorrenza è prevista non soltanto con riguardo all’interesse comunitario alla libera circolazione dei prodotti e dei servizi, ma anche nell’interesse stesso dell’amministrazione aggiudicatrice che disporrà così di un’ampia scelta circa l’offerta più vantaggiosa e più rispondente ai bisogni della collettività pubblica interessata.

La vigilanza armata di Solutions Consorzio

La sentenza pronunciata dal TAR del lazio va incontro alle esigenze di numerosi operatori, tra i quali i partner di Solutions Consorzio che operano nell’ambito della vigilanza armata.

Solutions Consorzio, attraverso gli Istituti di vigilanza partner, è infatti in grado di fornire servizi di vigilanza armata su tutto il territorio nazionale garantendo al Committente la massima copertura in termini di sicurezza al miglior prezzo.

Nello specifico il servizio di sorveglianza armata si esplica in:

  • Piantonamento fisso a mezzo guardie particolari giurate armate presso enti pubblici e privati e servizio antirapina banche;
  • Controllo passeggeri e servizi di sicurezza agli imbarchi marittimi;
  • Vigilanza presso cantieri e parchi fotovoltaici;
  • Collegamento e gestione remota di impianti di allarme e videosorveglianza con la centrale operativa dell’istituto di vigilanza e relativo pronto intervento di autopattuglie;
  • Servizio di ronda e ispezioni mediante certificazione dei passaggi attraverso apparati di controllo;
  • Vigilanza di zona con pattuglia dedicata in ambito residenziale o industriale;
  • Vigilanza antitaccheggio presso negozi, supermercati, ipermercati, grandi magazzini e simili.

PRESENTI A ROMA, MILANO, TORINO, BOLOGNA, VENEZIA E...
...in ogni altra città d'Italia

I NOSTRI CLIENTI


Ci hanno scelto tante tra le più importanti aziende italiane